Main Sponsor

Diventa MAIN SPONSOR

Chiedi Qui

Official Partners

Web Media Arona Basket

Camp Valsesia

Visita il sito del
Camp Valsesia!


Merchandising AB

Merchandising
ARONA BASKET


Cliccami e componi il Vikingo che c'è in te

Blog Arona Basket

provided by
BasketInTheZone

Arona Basket ricorda il maestro Alberto Bucci

Ci sono giorni che non vorresti arrivassero mai e sabato scorso è stato uno di quelli, perchè la notizia della morte di Alberto Bucci, pur non del tutto inaspettata, per me personalmente e per tutte le persone di Arona Basket che hanno avuto il privilegio di averlo conosciuto è stata una vera e propria coltellata.

E' consuetudine usare parole dolci quando un uomo se ne va, ma mai come questa volta è giusto sottolineare di aver incontrato davvero un personaggio unico e straordinario, un uomo che, nonostante l'handicap, è riuscito nel suo mondo del Basket ad essere personaggio di primo piano entrando nella Hall of Fame italiana, ma di Alberto non colpiva certo il curriculum sportivo ma lo spessore umano, la grandissima voglia di vivere nonostante la fatica fisica la grande capacità di comunicare con la gente a volte anche dicendo cose che, a un primo ascolto, potevano anche sembrare antipatiche, ma che poi ti restavano nel cuore. Indimenticabile per me la standing ovation avuta al Camp Valsesia dopo aver “criticato” il modo di oggi di essere genitori, eppure quegli stessi genitori alla fine si sono alzati in piedi e hanno applaudito a lungo perchè Alberto non aveva timore di dire quello che pensava che quasi sempre corrispondeva al vero, e il vero tocca il cuore della gente.

Ieri ho rivisto un suo filmato alla trasmissione di Sky “Calciomercato” dove il conduttore gli chiedeva della lotta contro quel brutto male che lo aveva attaccato da tempo, e la sua risposta ha semplicemente spiazzato, per l'ennesima volta, tutti perchè lui si è detto fortunato perchè quel tumore gli aveva dato la possibilità di godere con più profondità di quello che la vita gli offriva tutti i giorni capendo che non poteva essere per sempre, ma il bello è che quando avevi la fortuna di incontrarlo capivi che non erano solo parole ma che era davvero il suo modo di vivere e non potevi non farti trascinare anche tu in momenti dove, accanto ai suoi sempre godibili ricordi, alla fine ti sentivi arricchito umanamente.

Alberto è stato davvero unico nel trasformare episodi sportivi e di vita, che a tutti possono apparire dolorosi o sfortunati, in opportunità per ripartire ed ottenere risultati migliori.

Grazie davvero di tutto Alberto e arrivederci, il tuo libro con quella dolce dedica per tutta la mia famiglia, segno anche questo della tua grande attenzione verso le persone, resterà in primo piano nella mia libreria e prometto che qualche volta tornerò ad aprirlo perchè sono sicuro che comunque sarà un aiuto.

Dario

Arona Basket